Campagne di raccolta fondi

Anche nel 2018 con “Fermiamo la cecità. Insieme è possibile” vogliamo salvare 2,6 milioni di uomini, donne e bambini che qui rischiano di diventare ciechi.

Con la campagna “Fermiamo la cecità. Insieme è possibile” vogliamo salvare 2 milioni e mezzo di uomini, donne e bambini che qui rischiano di diventare ciechi.

Ian ha 3 mesi e la cataratta bilaterale minaccia la sua vita! Sua mamma Jestina è troppo povera e non può sostenere le cure di cui ha urgentemente bisogno.

Bambino che beve al pozzo

Siamo di fronte a una vera emergenza umanitaria: oltre 20 milioni di persone in Africa stanno rischiando la vita a causa della peggiore carestia degli ultimi 30 anni!

Aiutaci a ridare la vista al piccolo Bala e ai bambini ciechi come lui dei Paesi poveri del Sud del mondo.

Aiutaci a distribuire kit agricoli contenenti sementi e piccoli animali per far ripartire l’economia delle famiglie dopo la catastrofe provocata dall’uragano Matthew.

Aiutaci a curare e operare tanti bambini malnutriti, affetti da palatoschisi, dell’Uganda.

Aiutaci a realizzare il sogno di queste donne straordinarie, nei Paesi più poveri del mondo.

Aiutaci a proteggere la vista e la vita di migliaia di bambini in Sud Sudan.

Con il braccialetto solidale di CBM tu restituisci la vista a un bambino cieco del Sud del mondo. Davvero.

Proteggi la vista di un neonato prematuro in America Latina.

Filippa Lagerbäck ha un messaggio per te! Guarda il video!

Dona a un bambino con disabilità, proveniente da una famiglia povera, il suo primo giorno di scuola!

Insieme possiamo fermare il contagio!

Aiutaci a costruire questo sogno!

Per la Festa della Mamma, fai a Serkie il dono più bello: salvala dalla cecità!

Emergenza terremoto in Ecuador: le prime vittime sono le persone con disabilità.

Porta nella vita di tanti bambini ciechi dei Paesi poveri la luce della tua generosità!

Faduma è cieca e non ha niente da mangiare. Vive in Etiopia, dov’è in corso la peggiore carestia degli ultimi 30 anni.

L’impegno di CBM: per la prima volta nella storia si sono accesi i riflettori sulle persone con disabilità!