Il tuo aiuto per le persone con disabilità in Ecuador

Sabato 16 aprile alle 18.58 ora locale, un terremoto della Scala Richter ha scosso il Nord dell’Ecuador. L’epicentro è localizzato nella provincia di Esmeraldas.

 

Il governo ha dichiarato lo stato di calamità in 6 province: Esmeraldas, Manabì, Santa Elena, Guayas, Santo Domingo e Los Rìos.

I soccorsi nazionali e internazionali sono intervenuti tempestivamente e sono stati creati 8 centri di aiuto e accoglienza.

 

CBM in Ecuador collabora con 4 partner locali per il sostegno alle persone con disabilità tramite progetti di Riabilitazione su Base Comunitaria. 2 di questi partner operano nell’area colpita dal terremoto.

 

Stefan Dofel, direttore dei progetti di CBM in America Latina, ha dichiarato:

«La terra ha tremato per 40 secondi, sembrava di avere delle onde sotto i piedi, sono stato preso dal panico. CBM sostiene diversi progetti sull’area costiera colpita dal terremoto: abbiamo cercato di contattare subito i nostri partner, ma le comunicazioni erano interrotte. Ad Esmaraldas c’era il caos per le strade, so che in molti hanno cercato rifugio anche nelle nostre scuole».

 

Gli ultimi aggiornamenti riportano oltre 500 vittime, 2.000 dispersi e oltre 20.000 persone le cui case sono distrutte.

 

La situazione si fa ora dopo ora sempre più drammatica; le scosse continuano, l’emergenza continua.

In queste ore di incertezza, il dato più allarmante è che durante le emergenze il tasso di mortalità delle persone con disabilità è il doppio rispetto a quello del resto della popolazione.

 

I bambini e le persone con disabilità sono tra le più vulnerabili: con difficoltà riescono a mettersi al riparo.

Immagina un bambino cieco che sente la terra tremare sotto i suoi piedi… perde ogni punto di riferimento, non è in grado di scappare.

Immagina una madre sorda che non può sentire i soccorsi arrivare… non può sentire le indicazioni per mettere al sicuro i suoi figli.

 

I sopravvissuti e le persone con disabilità rischiano così di essere esclusi dalla catena degli aiuti umanitari.

CBM ha scelto ancora una volta di essere al fianco delle persone con disabilità.

 

Ma per fare questo, abbiamo bisogno anche di te: abbiamo bisogno che tu sia lì con noi a distribuire acqua, cibo, medicine e ausili motori. 

 

Il tuo contributo tempestivo è fondamentale.