bambini in una scuola inclusiva

Il progetto

L’asilo St. Anthony è stato inaugurato a luglio del 2013 per accogliere bambini con e senza disabilità. Costruito da CBM Italia, anche grazie al contributo dell’Operazione “Occhi Dolci” e gestito dalla Congregazione delle Suore Francescane, è oggi l’unico asilo inclusivo della zona,  che promuove un modello di educazione aperta a tutti i bambini, sia senza che con disabilità, di tipo fisico e intellettivo.

L’asilo rappresenta l’unica possibilità per i bambini con disabilità di prepararsi al mondo dell’istruzione. Qui, attraverso il lavoro di insegnanti qualificati, sviluppano capacità e acquisiscono competenze di primaria importanza, come imparare il linguaggio dei segni e la lettura e scrittura in Braille. L’asilo, grazie alle strutture accessibili e ai materiali didattici inclusivi, promuove e offre a tutti i bambini un’educazione di qualità.

A Nazareth sosteniamo dal 2001 anche l’ospedale Saint Francis, che confina con l’asilo. I bambini del Saint Anthony e le loro famiglie possono così avvalersi dei servizi medici e riabilitativi dell’ospedale.

Risultati raggiunti

Nel 2019 abbiamo realizzato questi risultati: 

  • la scuola d’infanzia St. Anthony accoglie 173 bambini, di questi 40 bambini con disabilità (16 maschi e 24 femmine)  
  • 10 studenti con disabilità si sono diplomati quest’anno passando dalla scuola di infanzia a quella primaria 
  • Le classi della scuola di infanzia sono state dotate di materiale educativo e di apprendimento  
  • Sono state organizzate attività di sensibilizzazione rivolte a genitori, membri della comunità e funzionari governativi 
  • I genitori di bambini con problemi uditivi hanno ricevuto una formazione sulla lingua dei segni per migliorare la comunicazione con i figli. 
{{ errors.first('firstname') }}
{{ errors.first('lastname') }}
{{ errors.first('email') }}