NO ONE OUT! Empowerment per l’inclusione giovanile negli slum di Nairobi

Kenya,

Nairobi

DESCRIZIONE DEL PROGETTO:

In Kenya le persone con disabilità sono 3.5 milioni; di queste meno del 40% hanno accesso all’educazione primaria. Questo avviene per diversi motivi: gli edifici scolastici non sono accessibili, mancano insegnanti preparati, i materiali didattici non sono inclusivi.   Quest’anno – dopo un progetto pilota in 4 scuole – CBM Italia ha deciso di rafforzare la sua presenza in Kenya con un progetto di educazione inclusiva rivolto ai bambini con disabilità in cinque quartieri poveri di Nairobi.   E’ il primo intervento di CBM in ambito di educazione inclusiva in Kenya; per educazione inclusiva si intende la capacità di un sistema educativo di accogliere bambine e bambini nel percorso di istruzione formale, e di promuoverne l’apprendimento e il pieno sviluppo insieme ai coetanei, senza che nessuno sia escluso a causa delle sue caratteristiche personali o a causa di un ambiente non inclusivo.   Obiettivo del progetto di CBM è favorire l’inclusione dei bambini all’interno di 16 scuole elementari nei 5 slums più poveri di Nairobi.

PARTNER LOCALI di CBM:

Girl Child Network (GCN)

PARTNER:

CONSORZIO ONG italiane NO ONE OUT! (SVI, Medicus Mundi, MLFM, SCAIP)

DONATORE:

AICS – Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo

ATTIVITÀ PREVISTE:

Queste le attività previste:

  • supporto e rafforzamento delle istituzioni locali che forniscono servizi ai bambini con disabilità e loro famiglie, nell’identificazione, supporto scolastico e sensibilizzazione alle famiglie e comunità
  • migliore formazione degli insegnanti in ambito di educazione Inclusiva, che faciliti l’apprendimento dei bambini con disabilità
  • sensibilizzazione degli studenti, delle comunità e delle autorità locali sull’importanza dei principi di educazione Inclusiva e sociale e rispetto delle persone con disabilità
  • miglioramento strutturale delle scuole presenti nell’area, che saranno rese accessibili e fruibili anche ai bambini con disabilità.

 

BENEFICIARI 

I beneficiari sono 720 bambini con disabilità individuati durante la fase d’identificazione, 16 scuole primarie, 32 insegnanti- che saranno formati sui temi dell’educazione inclusiva- 45 funzionari di comunità. Il progetto prevede inoltre la sensibilizzazione di autorità locali, leader tradizionali, comunità locali.

 

 

RISULTATI RAGGIUNTI:

Nel 2017 abbiamo raggiunto questi risultati:

 

 

 

  • 32 insegnanti sono stati sensibilizzati sui temi dell’inclusione
  • 117 bambini con disabilità riferiti ai centri sanitari
  • 16 scuole sono rese accessibili a studenti con disabilità
  • 5 EARC (Education Assessment Resource Center) valutati sulla qualità dei servizi erogati
  • 16 scuole valutate sulla qualità dell’ambiente scolastico
  • 80 laboratori didattici realizzati nelle scuole in Italia.