progetto-pin

Buluk Eye Centre – Central Equatoria State Eye Care Initiative To Avoid blindness

Sud Sudan,

Stato dell’Equatoria Centrale (CES) / Jubek State, Juba


DESCRIZIONE DEL PROGETTO:

 

Il Sud Sudan è lo Stato più giovane del mondo, resosi indipendente nel 2011.

 

Dilaniato da decenni di conflitti etnici e civili, oggi è ancora in stato di emergenza, con un’aspettativa di vita intorno ai 54 anni e un tasso di mortalità materna e infantile tra i più alti al mondo.

 

Non solo: oltre metà della popolazione vive a più di 5 km a piedi dai centri sanitari e non esistono servizi oculistici, nonostante il Sud Sudan sia tra i Paesi con più alta incidenza di malattie visive (la cecità è attorno all’1,6%).

Qui la prima causa di cecità è la cataratta, seguita da errori refrattivi. Il personale oculistico è carente e non copre il bisogno di cure, soprattutto delle fasce più vulnerabili come donne e bambini.

 

Per questo l’obiettivo del nostro progetto è ridurre i casi di cecità evitabile nello Stato Equatoria Centrale, fornendo servizi oculistici funzionanti e di qualità, sia presso la clinica Buluk della città di Juba, sia presso la comunità rurale e suburbana.

 

Il progetto, di durata triennale, prevede queste linee di intervento: equipaggiamento della clinica Buluk, attraverso la costruzione di una nuova sala operatoria e di un laboratorio di occhiali; allestimento di cliniche oculistiche mobili nelle zone rurali, che erogheranno servizi oculistici e operazioni chirurgiche; formazione di medici; sensibilizzazione nelle scuole e presso le comunità e formazione sulla prevenzione oculistica rivolta a staff sanitario e insegnanti. Infine si prevede la creazione di un coordinamento tra le autorità locali e le associazioni locali sui temi della lotta alla cecità a livello statale.

 

 

 

PARTNER E FINANZIATORI:

Agenzia italiana per la Cooperazione allo Sviluppo

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI)

Ministero della Sanità di Equatoria Centrale (SMoH-CES)

Ufficio Paese di CBM per il Sud Sudan

Maryknoll Brothers

Juba Teaching Hospital

 

 

 

RISULTATI RAGGIUNTI NEL PRIMO SEMESTRE DEL 2016

 

Questi i risultati raggiunti nel primo semestre del II anno di progetto:

 

4.888 pazienti visitati

– 190 operazioni chirurgiche di cataratta

– completamento della sala operatoria; è in corso l’equipaggiamento con strumentazioni e macchinari

– ristrutturazione del laboratorio ottico interno alla clinica

–  formazione di nuovo personale sanitario: 1 optometrista, 1 ottico, 1 chirurgo della cataratta

– realizzazione di cliniche oculistiche mobili chirurgiche e non chirurgiche, rivolte agli sfollati interni del Paese, che non hanno accesso ad alcun servizio di salute oculistica né possibilita’ di recarsi alla Buluk per essere operati.

 

Ciascuna clinica mobile comprende 2 giorni di visite ai pazienti, così da individuarne quelli con problemi visivi, e 6 giorni di operazioni chirurgiche, laddove necessarie.

La prima delle cliniche mobili programmate (dal 10 al 18 novembre) sarà rivolta a 40.000 sfollati, di cui si stima che circa 170 saranno operati di cataratta.

Il team delle cliniche mobili sarà composto da 2 chirurghi della cataratta, 2 infermieri oftalmologi 1 assistente di sala operatoria e 1 tecnico di laboratorio.

Parallelamente a questa attività, e grazie alla donazione di lenti ed occhiali da parte di CBM Italia, il team includerà un ottico ed un optometrista che visiteranno i pazienti e distribuiranno gratuitamente occhiali da vista ai pazienti che ne necessitano.