Formazione
29 maggio 2018

L’importanza della formazione di medici e infermieri locali

Non tutti lo sanno, ma la prima causa di cecità nel mondo è la cataratta non curata.

 

Questo perché, nei Paesi poveri, gli oculisti e i chirurghi sono ancora troppo pochi e non riescono a garantire cure e assistenza medica ai milioni di persone che rischiano ogni anno di diventare ciechi.

 

Come in Sud Sudan ci sono solo 3 oculisti per 11 milioni di abitanti, mentre in Ruanda ce ne sono 17 per 12 milioni di abitanti. Questo vuol dire che quando un bambino o un adulto hanno bisogno di cure oculistiche urgenti per evitare la cecità , troppo spesso non riescono a riceverle in tempo e perdono la vista per sempre.

 

Per questo noi di CBM crediamo moltissimo nella formazione del personale locale, nella crescita professionale dei medici e degli operatori affinchè possano prendersi cura della propria gente. 

Nei Paesi del Sud del mondo lavoriamo per far studiare oculisti, infermieri e tecnici ottici locali perché siano in grado di portare a migliaia di bambini e di famiglie le cure e l’assistenza medica di cui hanno bisogno.

 

Contribuire agli studi di un oculista, di un infermiere specializzato, di un tecnico ottico, significa far sì che centinaia di bambini e adulti ciechi vengano curati, assistiti e operati da mani esperte e preparate. Significa far nascere medici, che offriranno le loro competenze a chi oggi è cieco a causa di malattie curabili. 

Medici come il Dott. Edison, oculista dell’Ospedale Oculistico di Kabgai, sostenuto da CBM in Ruanda. Ha potuto studiare medicina e oftalmologia all’estero grazie al sostegno di CBM, poi è tornato in Ruanda per curare la sua gente.

 

Il nostro obiettivo per i prossimi 3 anni è far studiare e formare 1.000 oculisti, infermieri, tecnici ottici nei Paesi più poveri di Africa, Asia e America Latina per creare risorse permanenti che cambieranno il futuro di questi Paesi.

 

Lo faremo attraverso queste attività:

  • far studiare oculisti, chirurghi e infermieri specializzati;
  • insegnare ai tecnici come utilizzare e provvedere alla manutenzione delle strumentazioni mediche usate nelle cliniche e negli ospedali locali;
  • formare i medici generici sulle malattie degli occhi più diffuse e quelle poco conosciute affinchè siano in grado di riconoscerle e diagnosticarle;
  • realizzare corsi di formazione sulla prevenzione e cura della cecità per gli operatori che, nei villaggi, individuano bambini e adulti con problemi di vista.
Dottor Edison

«Io voglio contribuire alla rinascita del Ruanda, voglio offrire cure di qualità alla popolazione, a ogni singolo paziente che arriva qui in ospedale carico di speranze»

Dottor Edison