GMV
10 ottobre 2019

10 ottobre: Giornata Mondiale della Vista

Il 10 ottobre si celebra la Giornata Mondiale della Vista, una data importante per portare l’attenzione e creare consapevolezza sul tema della salute visiva.

Istituita il secondo giovedì di ottobre, la giornata quest’anno ha come tema “Vision First!”, per sensibilizzare sull’importanza di controllare periodicamente la vista. La prevenzione è un’arma fondamentale per tenere sotto controllo la cecità evitabile.

NPL-17-Suman Roy-Cataract-BEH

Nel Primo Rapporto Mondiale sulla Vista lanciato proprio in occasione del 10 ottobre, a cui ha contribuito anche CBM, l’Organizzazione Mondiale della Sanità fa sapere che oltre 1 miliardo di persone in tutto il mondo vivono con problemi alla vista. Problemi che potrebbero essere evitati con un trattamento tempestivo.

L’invecchiamento della popolazione, il cambiamento degli stili di vita e un accesso limitato alle cure oculistiche, in particolare nei Paesi a basso e medio reddito, sono tra i principali fattori del crescente numero di persone con problemi visivi.

In questi Paesi noi di CBM lavoriamo identificando chi rischia di diventare cieco, curandolo, operandolo ma anche prevenendo le cause che portano alla cecità. Non solo: facciamo in modo che le persone cieche e con disabilità siano incluse e abbiano le stesse opportunità di tutti gli altri, come accesso alla salute, all’educazione, al lavoro, in linea con quanto emerge dal Primo Rapporto Mondiale sulla vista.

Per porre l’attenzione sul tema della cecità evitabile e sull’importanza della prevenzione, a ottobre, Mese della Vista, torna la nostra campagna “Fermiamo la cecità. Insieme è possibile” per salvare 1,6 milioni di bambini, donne e uomini che rischiano di diventare cieche in Africa, Asia e America Latina.

 

Perché noi di CBM crediamo che vedere sia un diritto di tutti.

Se vuoi essere al nostro fianco e aiutarci a salvare dalla cecità 1,6 milioni di persone nel Sud del mondo, c’è un posto per te! Diventa protagonista e sostieni la campagna “Fermiamo la cecità. Insieme è possibile.” Dona ora