Varie
4 settembre 2014

Il viaggio in ospedale

Edrine e suo padre sono diretti all’ospedale CoRSU di CBM. Qui inizierà il suo percorso di cura.

 

Dopo anni nel buio della disabilità la rinascita di Edrine inizia con il lungo viaggio verso l’ospedale CoRSU di CBM in Uganda… il suo primo “passo di luce”. A poche ore dalla partenza gli domandiamo dove sta andando e nella sua risposta c’è tutto l’entusiasmo di un bambino pieno di vita: Vado in un  ospedale dove cureranno i miei piedi e presto potrò camminare anche io”.

Dopo una prima parte di tragitto in moto Edrine e il suo papà Ronald fanno tappa a casa della zia Eva che si unisce a loro per assistere Edrine, poiché Ronald presto dovrà tornare al suo lavoro di contadino e non sanno quanto tempo il bambino rimarrà in ospedale. La mamma di Edrine ha abbandonato la famiglia tempo fa  perché non reggeva il peso della disabilità di suo figlio.

Tutti insieme arrivano finalmente a destinazione. È giunto il momento di conoscere il dottor Paul, un  chirurgo ortopedico che lavora da molto tempo all’ospedale CoRSU e che ha curato moltissimi bambini affetti dalla stessa malformazione di Edrine: il piede torto bilaterale.Dopo aver esaminato molto attentamente i piedi di Edrine, dice: “Ho una buona notizia per voi – bastano queste parole per far sorridere Ronald, è la prima volta che sente dire qualcosa di simile riguardo a suo figlio – Edrine è affetto da piede torto bilaterale, ma le sue gambe possono guarire con le cure adeguate. I suoi piedi sono piuttosto fl essibili e non ci sono segni di infezioni o infi ammazioni, questo signifi ca che  possiamo procedere immediatamente con la terapia”.

Padre e figlio si cercano con gli occhi, basta uno sguardo e un sorriso per condividere una grandissima emozione.

La storia di Edrine sta cambiando, presto inizierà una nuova vita per lui. Noi di CBM sappiamo bene che è tutto merito tuo e di tutte le Madrine e i Padrini CBM. “Ingesseremo i piedi per una settimana e poi procederemo con un piccolo intervento chirurgico, sono sicuro che andrà tutto per il meglio” conclude il dottor Paul. “Grazie mille dottore!”. Risponde il padre di Edrine.