Milano Marathon
4 aprile 2016

Alla Milano Marathon abbiamo ridato la vista a 100 mamme africane!

Alla Milano Marathon del 3 aprile abbiamo tagliato un traguardo straordinario: ridare la vista a 100 mamme africane.

 

Questo è stato possibile grazie alla partecipazione e all’entusiasmo di quanti hanno scelto di correre con CBM: 40 staffette e 8 maratoneti, per un totale di 168 runner, uniti da un unico obiettivo, quello della solidarietà!

 

Grazie a questa straordinaria partecipazione porteremo il nostro aiuto in uno dei Paesi africani più colpiti dalla cecità: l’Etiopia. Qui le donne con disabilità visiva sono esposte a rischi enormi: incidenti domestici, abbandono familiare, violenze. Non possono occuparsi della famiglia e dei figli, quindi diventano un peso: vengono abbandonate ed emarginate dalla comunità.

 

Eppure nell’80% dei casi, le cause che portano alla cecità possono essere evitate con una corretta prevenzione e interventi oculistici.

 

Questo il messaggio che abbiamo voluto portare alla Milano Marathon, un impegno suggellato al termine della gara quando, dopo l’ultimo chilometro di parata tutti insieme, gli atleti, gli amici e sostenitori di CBM si sono dati appuntamento presso il nostro stand per condividere la gioia del traguardo raggiunto insieme.

Tra questi c’erano tanti volontari, che con generosità hanno messo a disposizione “cuore e muscoli”, come Francesca Bucci, che ha ricevuto la targa di “volontaria dell’anno” di CBM.

 

Non solo: il nostro direttore ha annunciato l’imminente missione di CBM in Etiopia, che sarà anche occasione di trasformare la generosità di quanti hanno corso con CBM in operazioni oculistiche per le mamme cieche:

«Al termine di una giornata come questa, sono fiero di poter dire che nella prossima missione in Etiopia ci faremo portavoce dei tanti amici e volontari che hanno corso con noi e che ci hanno permesso di tagliare questo importante traguardo.»

news-milano-marathon-cbm