Passeggiata sensoriale
2 luglio 2018

Il racconto della passeggiata con Oney Tapia

«È stata una di quelle giornate fortunate nelle quali hai la certezza di dover imparare ancora tantissimo».

Queste le parole di uno dei tanti partecipanti alla passeggiata sensoriale decisamente speciale, che si è tenuta lo scorso 17 giugno a Bossico: un’esperienza unica, che abbiamo organizzato insieme al CAI di Bergamo con una guida speciale, il campione paralimpico cieco Oney Tapia.

 

Una passeggiata in cui i partecipanti hanno percorso lunghi tratti a occhi chiusi, provando sulla propria pelle cosa significa non vedere, muoversi mettendo alla prova i solo agli altri sensi. 

 

Già dalla prima tappa ogni timore si è sciolto e la timidezza è diventata voglia di sperimentare e mettersi in gioco.

Chiudere gli occhi e provare ad immaginare la natura tutt’intorno, ascoltare la descrizione di Oney che ama la montagna anche se non è in grado di vederla.

 

Ma anche sentire dalle sue parole il racconto del percorso, imparare, anche solo per una giornata, a vedere con il calore del sole sulla pelle, il vento tra i capelli e l’odore di fieno.

La testimonianza intensa di Oney, campione di lancio del disco che ha perso la vista 7 anni fa, è stata un’esperienza indimenticabile per tutti i partecipanti che hanno potuto sperimentare cosa significhi, anche se solo per una giornata, non poter vedere eppure vivere esperienze intense e andare oltre la propria disabilità.

 

Un’esperienza decisamente diversa dal solito, che ha coinvolto i sostenitori più sportivi di CBM ma anche tanti nuovi amici… e ora? Non ci aspetta che organizzare la prossima passeggiata!