Paraguay, retinopatia del prematuro
30 gennaio 2018

In Paraguay salviamo i neonati dalla cecità

In America Latina la retinopatia del prematuro è la prima causa prevenibile di cecità infantile.

Ed è proprio la prevenzione la nostra più grande alleata nella lotta a questa patologia, in Colombia e in Paraguay.

Qui ogni anno circa 10.000 bambini nascono prematuri – sono detti “neonati piuma”, perché pesano meno di 2 chili- e il 4% di loro è affetto da retinopatia; per loro a febbraio partirà un nuovo progetto di CBM con il sostegno della Fondazione Prosolidar, che mira a ridurre la cecità dovuta alla retinopatia.

Lo faremo migliorando l’accesso alle cure mediche potenziando i servizi oculistici esistenti, sia donando strumentazioni diagnostiche, sia formando il personale locale.

Il progetto, già attivo nella capitale Asunciòn, verrà implementato nelle aree rurali delle città di Coronel Oviedo e Ciudad de Este, in modo da ampliare le attività di cura e prevenzione sul territorio.

Insieme al nostro partner locale, Fundacion Vision, l’unica di tutto il Paese a disporre di un macchinario (RET CAM) per la cura e prevenzione di questa malattia, porteremo visite e screening oculistici a 350 bambini prematuri e assisteremo e cureremo 70 neonati affetti da retinopatia.

Non solo: formeremo 100 membri dello staff sanitario  sulla diagnosi e cura della retinopatia del prematuro e sensibilizzeremo 700 madri di neonati pretermine sui temi della salute visiva e in particolare della retinopatia.

 

Per saperne di più sul lavoro di CBM in Paraguay clicca qui