Progetto Scuola
29 maggio 2018

Il progetto scuola “Apriamo gli occhi!” 2018 chiude in bellezza!

“Secondo te, che cosa è l’empatia?”
“È quando ti senti triste e qualcuno ti tira su l’anima.”
Scuola Primaria Lelio Basso, Trezzano sul Naviglio (MI)

L’ultima edizione del progetto didattico “Apriamo gli occhi!” si è svolta anche quest’anno all’insegna della presenza, della condivisione, della restituzione.

 

Questi alcuni numeri:

14.000 gli alunni tra i 6 e i 10 anni coinvolti nel progetto, in 13 regioni di Italia
110 i laboratori sensoriali condotti da esperti di CBM che hanno guidato circa 3.000 bambini nell’esplorazione del mondo dei cinque sensi attraverso attività e giochi per sperimentare cosa vuol dire “mettersi nei panni dell’altro”
• tanti gli incontri nelle scuole con testimonianze dal campo di medici e collaboratori di CBM dal Kenya e Burkina Faso per raccontare in prima persona a bambini e insegnanti il nostro lavoro sul campo.

 

Tante sono state anche le iniziative nate spontaneamente nelle scuole che, prendendo spunto dalle attività previste dal progetto, hanno visto l’adesione entusiasta di insegnanti, alunni e genitori a sostegno dei progetti di CBM nei Paesi poveri del mondo.

 

Tra le belle iniziative di quest’anno, quella organizzata lo scorso 13 maggio dai genitori e alunni della scuola primaria di Terno d’Isola, in provincia di Bergamo, ci ha colpiti particolarmente per lo spirito di partecipazione concreta e condivisa che il progetto ha favorito, promuovendo tra i bambini valori positivi come la solidarietà e l’inclusione.
Gli alunni delle classi terze hanno allestito nella piazza del paese un banchetto di raccolta fondi a sostegno dei progetti di CBM nei Paesi poveri del mondo, raccontando quello che hanno imparato a scuola grazie al progetto “Apriamo gli occhi!”.
Attraverso la vendita di torte e biscotti, l’affissione di cartelloni, la distribuzione di materiale informativo e il coinvolgimento dei passanti, con il loro entusiasmo hanno raggiunto un importante obiettivo: hanno raccolto fondi per operare di cataratta tre bambini e per donare ad altri nove bambini degli occhiali da vista.

 

Ottimo lavoro bambini!

 

In attesa dell’edizione del prossimo anno scolastico, ricca di tante novità e sorprese, quest’anno si chiude con una squadra di ambasciatori di solidarietà davvero straordinaria!