Etiopia, tracoma
20 dicembre 2017

Acqua pulita e buone pratiche per sconfiggere il tracoma

Debellare il tracoma è uno degli impegni principali di CBM.

In Etiopia, uno dei Paesi maggiormente colpiti da questa malattia degli occhi, stiamo lavorando applicando la strategia SAFE che mira a prevenire e curare il tracoma attraverso interventi di tipo medico, costruendo pozzi e sistemi idrici ma anche educando la comunità alla prevenzione del tracoma.

Punto di forza del progetto è proprio il coinvolgimento della popolazione locale che viene sensibilizzata sulle corrette norme igieniche utili a contrastare il tracoma. 

In un Paese come l’Etiopia con un alto tasso di prevalenza del tracoma, intervenire in modo integrato sia garantendo cure mediche e accesso all’acqua pulita sia sensibilizzando la popolazione, diventa essenziale per interrompere la diffusione della malattia e prevenire molti casi di cecità

Uno dei nostri progetti, di durata triennale, ha sede nel Sud del Paese, nella terza regione più colpita da questa patologia e viene implementato grazie al sostegno dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo e dei nostri sostenitori.

Nei primi due anni di progetto le nostre cliniche oculistiche mobili, che ogni settimana raggiungono le aree più remote, hanno visitato oltre 34.600 persone; di queste, 9.253 colpite da tracoma sono state curate con antibiotici e 934 sono state operate chirurgicamente di trichiasi, lo stadio avanzato del tracoma, l’ultimo stadio prima della cecità.

Non solo: stiamo portando acqua pulita alla popolazione attraverso la costruzione di 22 pozzi nelle comunità e 17 sistemi di raccolta dell’acqua piovana nelle scuole, formando dei comitati di gestione, manutenzione e controllo dei pozzi.

Continua anche il nostro lavoro per la prevenzione nelle scuole: abbiamo raggiunto e sensibilizzato 36.000 bambini attraverso gli Anti Tracoma School Club, gruppi di studenti che insegnano al resto della comunità scolastica a lavarsi correttamente viso, mani e controllarsi sempre gli occhi per tenere lontano il tracoma.