Varie
8 gennaio 2014

Laxmi e la sua gamba speciale

Alcuni giorni non possono mai essere dimenticati.

Questo è uno di quelli per la piccola Laxmi… una giornata che ha sognato sin da quando ha memoria, sin dalla prima volta che ha pensato: “voglio essere come gli altri bambini, voglio poter camminare anche io”.

Questo grande sogno è diventato realtà grazie al tuo sostegno e al lavoro dei medici CBM. Ora è venuto il momento per questa dolce bimba di ricevere la sua protesi ortopedica e realizzare il suo sogno fino in fondo, un sogno che, dal giorno di quel terribile incidente, condividono con lei anche il suo papà e la sua mamma.

Per la prima volta sua madre Shantamaya si è unita a Laxmi e al marito nel viaggio verso l’ospedale HRDC sostenuto da CBM a Katmandu. Non può assolutamente perdersi il miracoloso  momento che sta per vivere la sua bambina e vuole partecipare anche lei alla sua gioia. C’è grande trepidazione da parte della famiglia, ma prima di consegnarle la protesi i medici dell’ospedale devono effettuare una visita di controllo alla bambina e soprattutto spiegarle dettagliatamente come usare correttamente la sua nuova “gamba speciale”.

Ormai Laxmi non sta più nella pelle… finalmente ci siamo. Ad aspettarla nel laboratorio per la prima prova c’è il tecnico Prahlad che fa accomodare la bambina su un lettino, in pochi istanti le fa indossare il suo nuovo arto e poi la incoraggia: “Prendi le mie mani e cerca di alzarti lentamente. Mantieni il corpo dritto e prova a caricare il peso sulla gamba destra”. Laxmi alza la sua gamba destra lentamente e compie il primo passo della sua vita. È un momento che toglie il fiato a tutti i presenti, l’emozione è indescrivibile Shantamaya e Budhi hanno gli occhi gonfi  di lacrime di gioia, ed è tutto merito tuo e delle Madrine e dei Padrini CBM come te.

Dopo alcune modifiche alla protesi e una settimana in cui Laxmi viene sottoposta a sedute di riabilitazione affinché impari a usare l’arto artificiale, è finalmente arrivato il momento per la piccola di tornare a casa, per la prima volta in totale autonomia sulle proprie gambe.

L’immensa importanza del tuo sostegno è raccolta nelle parole di Shantamaya: “Questo è il giorno più felice della mia vita. Nostra figlia è finalmente in grado di camminare! Ringrazio di cuore tutti coloro che, con il loro aiuto, hanno dato a Laxmi una nuova vita… Un sogno di 9 lunghi anni si è avverato”.