«Grazie a CBM ho scoperto che la disabilità non è un ostacolo, ho ritrovato la fiducia in me stessa e la speranza di un futuro migliore».

Konjit Konsile ha 32 anni e vive in Etiopia.

 

Quando era solo una bambina è caduta da un albero e si è ferita alla gamba destra. La lesione era molto grave e, a causa dell’estrema povertà della sua famiglia, Konjit non ha ricevuto cure mediche adeguate.

Per questo, non è guarita bene e ha sviluppato una disabilità: la gamba ferita è rimasta più corta dell’altra e camminare è diventato difficile, doloroso.

 

Konjit è cresciuta nella solitudine e nell’emarginazione, ha dovuto abbandonare la scuola perché per raggiungerla doveva percorrere ogni giorno molti chilometri a piedi e per lei era troppo faticoso, quasi impossibile.

 

Non è mai stata autonoma e ha sempre avuto bisogno dell’aiuto della sua famiglia.

Per questo i suoi genitori l’hanno fatta sposare molto giovane, per avere la certezza che qualcuno si occupasse di lei.

 

Ma cinque anni fa, suo marito l’ha abbandonata perché a causa della sua disabilità, la considerava un peso e una vergogna.

 

Così Konjit si è ritrovata sola, con due figlie piccole di cui occuparsi, povera e senza un lavoro.

 

L’unica cosa che possiede è un piccolo pezzo di terra da coltivare, ma in Etiopia la terra è arida, l’acqua è scarsa e gli strumenti per coltivare sono costosi e difficili da trovare.

 

Le sue bambine la aiutano lavorando nei campi dopo la scuola. Con molta fatica, riescono a produrre delle patate dolci.

E questo è tutto ciò che mangiano, perché non hanno altro. Ma con un’alimentazione così povera, lei e soprattutto le sue bambine sono malnutrite e quindi più deboli ed esposte a malattie e infezioni.

 

Ma oggi la loro vita sta cambiando perché gli operatori di comunità di CBM sono arrivati nel suo villaggio e hanno inserito Konjit nel programma di “Sicurezza alimentare e nutrizionale per i bambini e le donne con disabilità della Zona di Wolayta”.

 

Lei, che pensava di non avere più alcuna possibilità di riscatto e di non poter dare un futuro alle sue bimbe, oggi ha l’opportunità di avviare un’attività agricola che servirà per sfamare la sua famiglia e provvedere ai loro bisogni principali.

 

CBM ha donato a Konjit semi, attrezzi per lavorare la terra e 5 polli da allevare.

I nostri operatori le stanno insegnando a coltivare e Konjit con gioia e stupore ha scoperto che, nonostante la sua disabilità, può lavorare, può occuparsi della sua famiglia!

 

La sua speranza ora è che ci sia un buon raccolto, che possa avere qualche prodotto da scambiare al mercato.

E soprattutto non vede l’ora di poter dare alle sue bambine nuovi cibi, più nutrienti, come le uova, la carne, le verdure, che a loro piacciono tanto!

 

Oggi, grazie a CBM, Konjit ha scoperto che la disabilità non è un ostacolo, ha ritrovato la fiducia in se stessa e la speranza in un futuro migliore.

Vuoi rendere speciale questa settimana? 

Sostieni insieme a CBM un nuovo progetto rivolto a 575 donne con disabilità nel Sud dell’Etiopia.

Dona loro kit di sicurezza alimentare composti da semi, animali da latte e galline, attrezzature agricole, perché possano avviare un’attività agricola domestica: produrre autonomamente cibo, mantenere e nutrire correttamente la propria famiglia, vendere i prodotti in eccesso.

Festeggia con noi di CBM!