Bambino in incubatrice

Il progetto

Il progetto ha l’obiettivo di contrastare la cecità causata da Retinopatia del Prematuro (ROP) in Paraguay.

La ROP è una malattia della retina che può colpire i neonati prematuri, in particolare quelli con un peso inferiore a un chilo e di età gestazionale inferiore alle 37 settimane. Se non curata, la ROP può portare a una grave compromissione della vista e alla cecità.

Il progetto vuole favorire l’accesso alle cure per questa patologia potenziando i servizi sanitari  oftalmici, sia attraverso la dotazione  di strumentazioni diagnostiche, sia attraverso la formazione specialistica del personale locale.

Il progetto di prevenzione e cura della ROP in Paraguay è stato implementato da CBM Italia nel 2014 nel dipartimento centrale del Paese nella città di Asuncion insieme al nostro partner locale Fundación Vision: 5 unità di cure intensive neonatali sono state potenziate e attrezzate, in termini di risorse umane e strumentazione, per fornire assistenza, prevenzione e cura ai bambini e scongiurare così la disabilità visiva dovuta a retinopatia.

Nel 2018 il progetto viene replicato nelle aree più vulnerabili del Paese (aree rurali), estendendolo alle unità neonatali nei dipartimenti di Caaguazú (Coronel Oviedo) e Alto Paraná (città di Este ) al fine di ampliare la copertura dei servizi di prevenzione e cura di retinopatia sul territorio.

Risultati raggiunti:

Nel 2019 abbiamo raggiunto questi risultati:

  • 7 oculisti provenienti da Guatemala, Bolivia e altri Paesi stanno realizzando il loro periodo di praticantato presso la Fundación Vision 
  • 6.772 operazioni di cataratta sono state realizzate 
  • Il 76,6% dei bambini a rischio ROP sono stati esaminati nei dipartimenti di Caaguazù e Alto Paranà   
  • 507 tra medici, infermieri e membri del personale sono stati formati per la diagnosi e cura della RO;  
  • 1.020  familiari sono informati sulla salute della vista con particolare riguardo alla retinopatia del prematuro 
  • 3.542 genitori con figli nati prematuramente hanno ricevuto una formazione sulla ROP, il 98% dei neonati sono stati esaminati per una diagnosi.  
{{ errors.first('firstname') }}
{{ errors.first('lastname') }}
{{ errors.first('email') }}