30 settembre 2019

La cataratta

Dr. Mario Angi

L’operazione di cataratta è la più eseguita in tutto il mondo, solo in Italia si effettuano circa 500 mila interventi all’anno (fonte Eurostat). Ma da cosa è provocata? È possibile curarla? 

A far luce sul tema il Dottor Mario Angi, medico oculista e presidente di CBM Italia.

Cos’è la cataratta?

La cataratta è un’opacizzazione del cristallino, la lente naturale nei nostri occhi che serve a mettere a fuoco l’oggetto che stiamo guardando.

Curiosità: Nel Medioevo si pensava che la visione fosse dovuta ad uno spirito che usciva dall’occhio e dava forma alle cose e che si chiamava “umore cristallino”. Con il passare del tempo e con l’evolversi della medicina, questa credenza è decaduta, ma il nome no: ancora oggi le lenti contenute nei nostri occhi si chiamano cornea e… cristallino.

È una malattia necessariamente collegata all’invecchiamento?

Anche, ma non solo! L’invecchiamento è la causa più comune di cataratta, motivo per cui si parla di cataratta senile, dovuta a una progressiva perdita di trasparenza del cristallino.
Ma può manifestarsi anche alla nascita o nei primissimi mesi di vita: in questo caso si parla di cataratta congenita e può dipendere da fattori genetici, nascita prematura, assunzione di farmaci in gravidanza o di stati infiammatori, come la rosolia contratta dalla madre in gravidanza.

Ci sono poi casi in cui la cataratta non è collegata all’età, ma è causata da traumi o ferite all’occhio, da malattie oftalmiche o sistemiche (ad esempio dal diabete) o da farmaci cortisonici somministrati per lunghi periodi.

Come riconoscerla?

I sintomi più comuni sono visione offuscata (come se si guardasse attraverso un vetro appannato), visione doppia, ipersensibilità alla luce e sensazione di abbagliamento, alterazione della percezione dei colori.

Curiosità: Un esempio di come cambia la percezione dei colori si può vedere chiaramente nelle opere di Monet, a cui venne diagnosticata la cataratta nel 1912.

Claude Monet, Passerella giapponese, 1899

Claude Monet, Passerella giapponese, 1920-1922

Si può curare?

La cataratta si cura con un intervento chirurgico, che per gli adulti è effettuato in anestesia locale, mentre per i bambini è necessaria l’anestesia totale. Durante l’operazione, si rimuove il cristallino diventato “opaco” a causa della cataratta e lo si sostituisce con una piccola lente artificiale trasparente.

La cataratta nel mondo

milioni di persone sono cieche per cataratta

% di cecità per cataratta nei Paesi occidentali

% di cecità per cataratta nei Paesi del Sud del mondo

Cosa fa CBM:

  • Screening visivi: effettua screening visivi nelle scuole e nei villaggi per identificare i bambini e gli adulti ciechi e con problemi di vista.
  • Operazioni chirurgiche: sostiene visite oculistiche, operazioni chirurgiche e percorsi di riabilitazione visiva.
  • Formazione specialistica: la formazione specialistica di oculisti, infermieri e personale sanitario locale.
  • Sale operatorie: La costruzione e l’equipaggiamento di sale operatorie e ambulatori oftalmici.
  • Strumentazione: La fornitura di strumenti, attrezzature, materiali consumabili e medicinali.
  • Cliniche mobili: L’allestimento di cliniche mobili oftalmiche, per visitare e curare anche chi vive lontano dagli ospedali.
  • Sensibilizzazione: L’organizzazione di attività di sensibilizzazione e informazione della popolazione sull’importanza della vista e su come prevenire e curare cause di cecità/disabilità visive.

Cosa puoi fare tu: aiutaci a fermare la cecità nei Paesi del Sud del mondo. Dona ora