uomo che lavora la terra

Il progetto

Il progetto, avviato nel 2014, è realizzato nella parte meridionale della regione indiana Madhya Pradesh, la più povera dell’India.

Grazie al progetto, molto innovativo, è stato avviato un programma di agricoltura biologica su grande scala che si avvale del supporto di cooperative e gruppi di auto- aiuto di persone con disabilità.

La produzione, che copre l’intero ciclo dalla coltivazione al confezionamento, è prevalentemente per spezie (fondamentali nell’alimentazione indiana) e ceci locali. Tutte le fasi del progetto sono gestite da persone con disabilità che in forma di cooperativa si dedicano alle attività con forte motivazione. La capacità produttiva del progetto sia in termini di quantità che qualità ha attirato anche altre organizzazioni e case di produzione biologica locali, per l’elevato standard qualitativo e le ingenti quantità produttive di cui sono capaci le cooperative.

È in corso ora la valutazione di una possibile distribuzione degli stessi prodotti in Italia attraverso CBM Italia. Il progetto costituisce un ponte tra le comunità povere e vulnerabili e i programmi di governo.

Risultati raggiunti

Nel 2019 abbiamo raggiunto questi risultati: 

  • Le persone con disabilità sono incluse in cooperative agricole: 

4.112 persone con disabilità si sono organizzate in Gruppi di auto aiuto, di cui 3.050 persone sono state incluse in società cooperative e 1.062 persone sono state inserite in gruppi di auto-aiuto inclusivi

521  gruppi di auto-aiuto inclusivi  sono stati formati e rafforzati

1.834  persone con disabilità e 2.699 persone provenienti dalle comunità più povere ed emarginate sono state formate

450 persone con disabilità sono state formate alla gestione, pianificazione e valutazione all’interno delle cooperative (di cui 124 uomini adulti con disabilità, 175 donne adulte con disabilità, 96 ragazze e 55 ragazzi). 

  • Le persone con disabilità accedono a microcredito e servizi finanziari

1.331  persone con disabilità e 1.774 persone delle comunità più emarginate hanno ricevuto formazione sul microcredito

345 persone con disabilità (cui 53 uomini con disabilità ,169 donne con disabilità ,65 ragazze e 58 ragazzi) e altri 342 altri membri della comunità emarginate hanno avuto accesso al microcredito per avviare attività agricole e di allevamento

105 donne con disabilità hanno messo a punto un business plan per lo sviluppo di una propria attività

  • Le persone con disabilità guadagnano grazie alle attività di agricoltura organica:

87 persone con disabilità lavorano nel settore dell’agricoltura organica 

425 donne hanno ricevuto la certificazione in agricoltura organica 

434 persone con disabilità sono state formate nell’agricoltura biologica inclusiva, produzione di ortaggi per piccoli negozi, orticoltura, ecc.. 

739 persone con disabilità sono state formate sulle tecniche di produzione casearia, allevamento di caprini, metodi di bio-compostaggio. 

{{ errors.first('firstname') }}
{{ errors.first('lastname') }}
{{ errors.first('email') }}