Bambina in India con libro in braille

Il progetto

L’India è il secondo Paese al mondo più colpito dal COVID-19, con oltre 10 milioni di persone positive al virus (dato aggiornato a febbraio 2021). Tra i giovani la pandemia da COVID-19 ha causato un aumento di problematiche legate alla salute mentale in seguito alla chiusura delle scuole, alle ridotte interazioni sociali a causa del lockdown e all’inasprimento della disoccupazione.

L’accesso all’educazione è divenuto problematico tramutandosi in un “digital divide” tra chi dispone di tecnologie per l’istruzione e chi no; questo ha influito negativamente peggiorando la salute mentale di molti giovani, soprattutto dei più vulnerabili.

Non solo: da un’analisi sull’impatto di COVID-19 sulle persone con disabilità in India, è emerso che il lockdown ha peggiorato la capacità di sostenersi per molte di loro.

Sulla base di queste necessità, il progetto ha l’obiettivo di supportare giovani dai 15 ai 24 anni, garantendo loro l’accesso all’educazione on line e ad attività generatrici di reddito.

Questo sarà fatto fornendo agli studenti strumenti (come smartphone o tablet) che consentano loro l’accesso all’educazione on line; formando gli insegnanti sull’India Social and Emotional Learning Framework (iISELF) curriculum, al fine di favorire lo sviluppo di competenze socio-emozionali nei giovani e supportarli nel loro percorso educativo. Sarà inoltre favorito il microcredito ai giovani con disabilità per l’avvio di piccole attività, generatrici di reddito.

Risultati attesi

  • 3.000 studenti e giovani con e senza disabilità miglioreranno le proprie capacità sociali e emozionali per proseguire gli studi anche durante la pandemia attraverso formazioni e gruppi di auto-aiuto nelle scuole
  • 50 insegnanti saranno formati sul programma iISELF e sul benessere emozionale dei propri studenti in 20 scuole; il curriculum scolastico sarà reso inclusivo per gli studenti con disabilità
  • 20 persone con disabilità psico-sociale saranno coinvolte nelle attività di progetto al fine di migliorare le proprie condizioni di vita, i propri mezzi di sostentamento, la partecipazione alla vita sociale e la sensibilizzazione della comunità.
{{ errors.first('firstname') }}
{{ errors.first('lastname') }}
{{ errors.first('email') }}