Inclusive Livelihood Initiative “Ujjwal” in Madhya Pradesh

India

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Il progetto, avviato nel 2014, è realizzato nella parte meridionale della regione indiana Madhya Pradesh, la più povera dell’India. Grazie al progetto, molto innovativo, è stato avviato un programma di agricoltura biologica su grande scala che si avvale del supporto di cooperative e gruppi di auto- aiuto di persone con disabilità. La produzione, che copre l’intero ciclo dalla coltivazione al confezionamento, è prevalentemente per spezie (fondamentali nell’alimentazione indiana) e ceci locali. Tutte le fasi del progetto sono gestite da persone con disabilità che in forma di cooperativa si dedicano alle attività con forte motivazione. La capacità produttiva del progetto sia in termini di quantità che qualità ha attirato anche altre organizzazioni e case di produzione biologica locali, per l’elevato standard qualitativo e le ingenti quantità produttive di cui sono capaci le cooperative. E’ in corso ora la valutazione di una possibile distribuzione degli stessi prodotti in Italia attraverso CBM Italia.   Il progetto costituisce un ponte tra le comunità povere e vulnerabili e i programmi di governo.

 

 

PARTNER LOCALE:

NAMAN SEVA SAMITI

 

ALTRI PARTNER:

CBM Svizzera

RISULTATI RAGGIUNTI:

Nel 2016 sono stati raggiunti questi importanti risultati:

  • Persone con disabilità coinvolte nel progetto al 31.12.2016: 11.625  (di cui il 66% sono uomini e il 34% donne). Di queste persone:
    • Il 54% ha meno di 40 anni
    • Il 95% appartiene alle comunità storicamente emarginate e bisognose di supporto
    • Il 97% ha un livello di istruzione molto basso e necessita di un processo interdisciplinare
    • Il 59% è sposato. Il matrimonio è un indicatore chiave di inclusione sociale: la maggior parte dei matrimoni di donne con disabilità avviene senza il loro consenso e solo con uomini disabili
    • Varie le disabilità: ipovisione, autismo, disabilità intellettive, problemi visivi e uditivi, disabilità fisiche e motorie.
  • Persone senza disabilità coinvolte come “gruppo di aiuto”: 2.453
  • Totale membri delle comunità rurali coinvolti: 36.000
  • 5 Distretti
  • 602 Villaggi